Come salutare e presentarsi in tedesco

Come si saluta e come ci si presenta in tedesco? In questo Step troverai una lista di formule per salutare e presentarti al meglio in tedesco, sia in un contesto informale che formale! Continua in questo Step.

La bellezza e la varietà del tedesco partono dai saluti: se andate a Monaco, infatti, vi saluteranno in un modo, se andate a Berlino in un altro, ad Amburgo un altro ancora, ecc. ecc. ecc.

Io ho abitato nella Ruhrgebiet, zona Dortmund, in una famiglia originaria di Hannover e quella che troverete in alcune spiegazioni è la mia esperienza diretta. Siete stati a Berlino e avete sentito diversamente? È tutto nella norma: è il bello (e il difficile?) del tedesco!

 

In questo Step vediamo, però, di soffermarci soprattutto sui saluti standard in tedesco, in modo che ovunque andiate possiate sempre salutare nel migliore dei modi!

Come salutare in tedesco

Guten Morgen
Buona mattina, letteralmente.
Si usa solo durante le prime ore della mattina: più si va verso l’ora di pranzo e più sentirete il saluto Guten Tag. È una formula adatta sia a contesti formali che informali.
Spessissimo sentirete semplicemente la versione abbreviata: Morgen!

Guten Tag
Buongiorno.
Si usa tutto il giorno (tranne la sera) anche al posto di Guten Morgen, volendo. Si può utilizzare sia in conversazioni formali che informali.

Guten Abend
Buonasera.
Si usa a partire dal calar del sole. È linguaggio formale e informale.

 

Hallo
Ciao, salve.
Nato come saluto informale (è l’equivalente del nostro ciao), Hallo è entrato sempre più nell’utilizzo in ambito formale tanto che è possibile utilizzarlo anche con persone che non si conoscono: incrociate qualcuno per strada, entrate in un negozio e salutate la commessa/il commesso, salutate colleghi con i quali avete una certa confidenza, ecc.
Hallo significa anche “pronto” quando si risponde al telefono.

 

Grüß Gott
Buongiorno.
Questa formula si utilizza nell’area bavarese e soprattutto in Austria.
A livello colloquiale, tra amici, si può optare per Grüß dich!

Servus
Ciao.
Versione austriaca di Hallo.

Hi
Ciao.
Lo sentirete spesso tra i giovani.
Deriva dall’inglese → Come salutare e presentarsi in inglese.

 

Mahlzeit
Buon appetito!
Die Mahlzeit (-en) è il pasto, ma questa espressione viene utilizzata anche come saluto quando si è in orario di pranzo.

Arrivederci in tedesco

Auf Wiedersehen
Arrivederci.
Usato principalmente in contesto formale, potete tranquillamente sentirlo anche in contesti meno formali semplicemente togliendo Auf!

Tschüss
Arrivederci.
È il saluto più utilizzato quando ci si congeda. Usato sia a livello formale (se molto formale meglio usare Auf Wiedersehen) che informale.

Tschau
Ciao.
Si usa quando ci si congeda tra amici.
Deriva dal nostro italiano ciao.

Gute Nacht
Buonanotte.
Si utilizza quando ci si congeda da qualcuno di sera, esattamente come in italiano.
Se volete augurare un “buon sonno” a qualcuno, potete anche aggiungerci “Schlaf gut” o “Schlaf schön“, ossia “dormi bene”.

Ich wünsche Ihnen noch einen schönen (guten) Tag / Nachmittag / Abend
Le/Vi auguro una fantastica giornata / serata / notte.
Usato in contesti formali.

 

Bis gleich
A tra poco.
Si può intendere da qualche minuto fino a qualche ora (1 o 2).

Bis dann
A dopo.
Ci vediamo fra qualche ora (il tempo inteso è più lungo di Bis gleich).

Bis später
A piu tardi.
Ci vediamo fra qualche ora, di solito per fare qualcosa di già concordato. Con questo significato si può usare anche Bis dann.

Bis bald
A presto.
In un tempo futuro imprecisato.

Bis morgen
A domani.

 

Se volete ampliare la lista di saluti anche con qualche formula più regionale, date un occhio a questo articolo: 12 German greetings they won’t teach you in school.

Come si saluta in tedesco?
Come si saluta in tedesco?

Come presentarsi in tedesco – sich vorstellen

“Presentarsi” in tedesco si dice sich vorstellen ed è un verbo riflessivo e separabile:
Ich stelle mich vor → Io mi presento.

Come si domanda “come ti chiami?” in tedesco e come si risponde?

Wie heißt du? / Wie heißen Sie?
Come ti chiami? / Come si chiama Lei? (forma di cortesia)
Attenzione alla coniugazione di heißen!

Wie ist dein / Ihr Name?
Qual è il tuo / Suo nome?
Wie ist Ihr Name è la formula più utilizzata in contesti formali.

 

Ich heiße…
Io mi chiamo…

Mein Name / Vorname / Nachname ist…
Il mio nome / nome di battesimo / cognome è…

Ich bin…
Io sono…
(Come si coniuga il verbo sein (essere) in tedesco?)

Presentare qualcuno in tedesco – jemanden vorstellen

Wer ist das?
Chi è?

Wer sind sie?
Chi sono loro?

Kennst du… ? / Kennen Sie… ?
Conosci… / Conosce…
Attenzione! Il verbo kennen è diverso dal verbo wissen.

Darf ich vorstellen?
Posso presentarvi?
(Date un occhio anche al paragrafo sotto sull’utilizzo di vorstellen)

 

Das ist…
Questo/a è…
Lui / Lei è…

Das sind … und …
Loro sono … e …

Ich stelle dir meinen Vater vor.
Io ti presento mio papà.
(Prima il dativo o prima l’accusativo? Passate al paragrafo sotto, sull’utilizzo di vorstellen)

 

Freut mich!
Piacere mio!

Schon / nett dich kennenzulernen! – Schon / nett Sie kennenzulernen!
Piacere di conoscerti! / Piacere di conoscerLa!

 

Freut mich auch
Ebenfalls
Ganz meinerseits
Piacere mio!
Si usano in risposta al “piacere” qui sopra.

Il verbo vorstellen

Ripassa questi Step:
Declinazione: il caso Dativo
Declinazione: il caso Accusativo
La costruzione della frase in tedesco: posizione del verbo.

Vorstellen significa “presentare” ed è un verbo separabile:
ich stelle vor → io presento.

Questo verbo regge sia il dativo (il complemento di termine) che l’accusativo (il complemento oggetto): io presento qualcuno a qualcuno.

Solo che, spesso, nascono questi dubbi:
qual è l’ordine dei complementi?
dove va il dativo e dove l’accusativo?

 

Andiamo caso per caso:

Io presento il mio amico a mio papà
il mio amico → sostantivo, complemento oggetto, accusativo
a mio papà → sostantivo, complemento di termine, dativo
Ich stelle meinem Vater meinen Freund vor.

Io presento a lui il mio amico (Io gli presento il mio amico)
a lui (al papà) → pronome personale, complemento di termine, dativo
il mio amico → sostantivo, complemento oggetto, accusativo
Ich stelle ihm meinen Freund vor.

 

Quando, in una frase in tedesco, abbiamo un dativo e un accusativo l’ordine della frase è:

12345
Soggettoverbodativoaccusativoresto della frase
Ichstellemeinem Vatermeinen Freundvor.
Ichstelleihmmeinen Freundvor.

Se, invece, il complemento oggetto è espresso da un pronome, la situazione cambia.
Osservate:

Io presento lui a mio papà (Io lo presento a mio papà)
lui (il mio amico) → pronome personale, complemento oggetto, accusativo
a mio papà → sostantivo, complemento di termine, dativo
Ich stelle ihn meinem Vater vor.

Io presento lui a lui (io glielo presento)
lui (il mio amico) → pronome personale, complemento oggetto, accusativo
a lui (a mio papà) → pronome personale, complemento di termine, dativo
Ich stelle ihn ihm vor.

 

Quando, in una frase in tedesco, abbiamo un dativo e un accusativo, e l’accusativo è un pronome personale, l’ordine della frase è:

12345
Soggettoverboaccusativodativoresto della frase
Ichstelleihnmeinem Vatervor.
Ichstelleihnihmvor.

Come fare a ricordare questa regola?

Imparate gli esempi o createvi voi degli esempi facili da ricordare!
Leggete e ascoltate tanto!

Ci vorrà del tempo, non è cosa di 5 minuti, ma vi farete l’orecchio e arriverete al punto che, se girate i complementi, sentirete che qualcosa vi stona!

Passa allo Step successivo:
Come esprimere la propria opinione in tedesco

Come presentarsi in tedesco?
Come presentarsi in tedesco?
I libri che ti consiglio in questo Step

Scopri i libri migliori per imparare il Tedesco:
Libreria di Tedesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.